Passa ai contenuti principali

PRIMO SOCCORSO: GLI AMICI DEL CUORE ALLA SCUOLA CABURLOTTO


TEMPO DI 5X1000




DONA IL TUO '5 PER MILLE'

AGLI AMICI DEL CUORE








IL GIARDINO RITROVATO DEGLI AMICI DEL CUORE


CLICCA PER SAPERNE DI PIU'

E PER UN PIACEVOLE ANNUNCIO


Per la terza edizione primaverile gli Amici del Cuore non sono mancati all'appuntamento nel parco "Il Giardino Ritrovato" di via Torre Belfredo, dove domenica 8 maggio le associazioni di volontariato e diversi espositori del territorio si sono ritrovati nel segno della solidarietà e dei prodotto locali. Dopo l'inaugurazione dell'evento da parte delle autorità, alle 12 è stata posata la statua, per una giornata che, promossa da Città di Venezia - Le città in Festa e Pro Loco Mestre, ha saputo donare non solo beneficienza ma pure intrattenimento per grandi e piccini, nonché fiori e piante in occasione della festa della mamma.

Presente allo stand degli Amici del Cuore anche Telesforo Chumacero, che il consiglio direttivo dell'associazione ha nominato socio onorario, conferendo l'attestato e la tessera per la preziosa attività svolta nel corso degli anni 2021 e 2022.






 






ESPERTI IN PRIMO SOCCORSO 




FESTA DEL 25 APRILE E SAN MARCO





Festa grande per il 25 aprile e San Marco. La Municipalità di Mestre Carpenedo ha invitato la cittadinanza nel piazzale della chiesa di San Giuseppe, dove sono stati allestiti numerosi banchetti, per una giornata di musica, divertimento ma soprattutto volontariato e associazionismo. Gli Amici del Cuore non hanno ovviamente mancato l'appuntamento, partecipando con il proprio stand di promozione della storica attività solidale. Presenti all'evento, oltre al padrone di casa don Natalino Bonazza, diversi rappresentanti dell'Amministrazione e della Municipalità, come l'assessora Laura Besio, la vicepresidente Paola Tommasi e i consiglieri Riccardo Brunello, Chiarastella Berton, Fabiana Rizzà, Maria Pia Teso, Gabriele Bolzan, Fabio Raschilla, Massimiliano Zannini e Ambra Trevisanato.




PRIMO SOCCORSO: AMICI DEL CUORE ALLA SCUOLA QUERINI 




Per le altre foto, il resoconto della giornata e le prossime date cliccare qui






«Siete tanto giovani, e guardandovi mi sembra di tornare a scuola anche io». Esordisce così Chiarastella Berton, delegata al Commercio, alle Attività produttive e all'Associazionismo della Municipalità di Mestre Carpenedo, in occasione del corso di primo soccorso promosso dagli Amici del Cuore negli istituti scolastici del territorio. Questa volta Marco e Andrea, operatori del Suem 118 Provincia di Venezia, hanno incontrato gli studenti e le studentesse di terza media della scuola Querini. «Da giovani non ci si pensa - ha proseguito la delegata municipale - ma la morte fa parte della vita, e questo insegnamento vi aiuterà ad affrontarne le difficoltà. L'assessora Besio vi saluta - ha concluso Berton a fianco della presidente degli Amici del Cuore, Marilena Lazzarini - Sappiate che il Municipio è aperto a tutti: se avete propositi per la nostra città noi siamo qui». I prossimi appuntamenti sono in programma il 20 aprile, dalle 9 alle 11, sempre alla Querini con un'altra classe terza, mentre il 13 maggio, dalle 8:30 alle 12:30, sarà la volta della scuola elementare paritaria Luigi Caburlotto, dove il corso verrà impartito alle classi quarte e quinte.




AMICI DEL CUORE PER L'UCRAINA




Gli Amici del Cuore hanno raccolto e donato beni di prima necessità per sostenere la popolazione ucraina colpita dalla guerra. Di seguito la lettera della Caritas Veneziana che gestisce la devoluzione, nonché la lista del materiale sanitario per affrontare l'emergenza.






 
RACCOLTA    MATERIALE   SANITARIO  

Analgesici antinfiammatori (ibuprofene, diclofenac, chetoprofene…)

Antibiotici

Antipiretici (paracetamolo)

Antiemetici, antidiarroici

Antidiabetici

Antipertensivi

Antistaminici

Cortisonici

Integratori

Protettori gastrici

Soluzioni per infusione (soluzione fisiologica, glucosata...)

Materiale per medicazione (bende, garze sterili, cerotti, disinfettanti, telini sterili, monouso….)

Prodotti per l’igiene dei bambini  e degli anziani (pannolini, detergenti, pasta protettiva…)


 La scadenza dei farmaci deve essere non inferiore agli 8 mesi






PRIMO SOCCORSO A SCUOLA: AMICI DEL CUORE

 ALL'ISTITUTO GRAMSCI



Per leggere l'articolo e scoprire le altre foto cliccare qui




Il progetto di Primo soccorso degli Amici del Cuore raggiunge anche Campalto, coinvolgendo l'Istituto comprensivo Gramsci, dove due classi terze e due classi quinte, in tutto un centinaio di alunni e alunne della scuola primaria Pascoli, sono state formate dagli operatori del Suem 118 provincia di Venezia. Dal 24 marzo sarà la volta invece di quattro classi di terza media, mentre il 29, alla scuola primaria Don Milani, toccherà a due classi quinte. «State attenti - esordisce la presidente dell'associazione, Marilena Lazzarini - imparerete una cosa importante, che può salvare delle vite, e per questo dovete insegnare anche ai vostri genitori quello che sentirete tra poco». Al termine della formazione, tutti i partecipanti hanno ricevuto un attestato. Presente all'evento Laura Besio: «Oggi - dice l'assessora alle Politiche educative - riceverete una lezione di vita, non sui libri, ma forse ancora più importante, perché sarete in grado di affrontare un’emergenza. Ringraziamo gli Amici del Cuore, gli operatori e la scuola, per un progetto in cui il Comune crede molto». Per Mariaiva Santelli, referente Sicurezza e Salute, e Adriana Massariolo, collaboratrice del dirigente scolastico, «l'Istituto è sempre molto attento alla sicurezza e alla salute. Abbiamo acquistato un defibrillatore - spiegano - e formato il personale ad usarlo. I bimbi sono molto curiosi sul tema, e quelli di quinta non vedono l’ora di partecipare al corso, come pure i docenti, tutti interessati all'iniziativa, tanto che purtroppo abbiamo dovuto fare una selezione. Ora speriamo diventi una consuetudine, perché così sappiamo cosa fare in situazioni di emergenza. Per gli alunni - concludono - l'importante è condividere queste nuove competenze anche con i grandi».


















PRIMO SOCCORSO - AMICI DEL CUORE ALLA CESARE BATTISTI (II)


Secondo appuntamento dedicato al primo soccorso a scuola, un progetto che consiste
 in un ciclo di 4 incontri alla Cesare Battisti, dove Andrea De Grandis e Marco De Vei,
 operatori del Suem 118 provincia di Venezia, incontrano gli alunni delle classi IV, per
 insegnare loro le tecniche di emergenza capaci di salvare una vita.


IL CARDIOLOGO FAUSTO RIGO A VILLA SALUS - DA "GENTE VENETA" DEL 25 GENNAIO

Strumentazione di imaging di ultima generazione, professionisti di alto livello ma soprattutto trasversalità specialistica e possibilità di “presa in carico” dei singoli pazienti. Sono questi, secondo il dottor Fausto Rigo, un grande esperto della cardiologia veneta ed internazionale, da gennaio 2022 responsabile del servizio di cardiologia di Villa Salus, gli ingredienti che permettono alla struttura ospedaliera mestrina di rappresentare un vero e proprio polo di eccellenza anche in questa disciplina.

“Sono entrato in servizio in un importante reparto, presente da tempo e ben avviato – spiega Rigo – nel quale avrò modo di portare la mia esperienza e il mio contributo soprattutto sul piano dell’innovazione e dell’organizzazione, potendo qui usufruire dei vantaggi della flessibilità di una struttura privata ma soprattutto della possibilità di offrire al paziente un approccio polispecialistico integrato. È proprio questo il modello sanitario innovativo della medicina circolare: far interagire tra loro diverse figure specialistiche e creare dei percorsi diagnostico/terapeutici personalizzati per una vera “presa in carico” del paziente. Villa Salus ha tutte le carte in regola: qui ci sono attrezzature e colleghi di altissimo livello”.

Un ruolo, quello della struttura ospedaliera privata in questo ambito, che non compete in alcun modo con la sanità pubblica, anzi, ne è al servizio. “Come già avviene, questa struttura può davvero lavorare in sinergia con la sanità pubblica anche nella cardiologia e svolgere un’azione di “filtro”, individuando i casi più impegnativi gravi, selezionandoli in modo tempestivo e preparando così quei pazienti che poi dovranno essere seguiti dalla sanità pubblica più attrezzata a curare le patologie più complesse e soprattutto le emergenze/urgenze. Questo dovrebbe essere – a mio parere – il ruolo delle strutture private in un sistema sanitario efficace strutturato in rete con compiti e livelli assistenziali diversi e fra loro complementari: strutture private che si affiancano a strutture pubbliche svolgendo un ruolo complementare nella fase pre e post procedurale complessa e soprattutto nella fase di riabilitazione e di monitoraggio. Qui a Villa Salus c’è un’ottima diagnostica strumentale e ottimi professionisti in grado di ottimizzare i risultati”.

La scelta del dott Rigo di entrare nella squadra di Villa Salus è dettata anche dalla possibilità di fare ricerca: “Sono molto grato alla Direzione per questa opportunità – aggiunge – ce l’ha dimostrato il covid quanto sia importante investire nell’attività di ricerca: quando si fa squadra e si mettono insieme validi professionisti si possono fare miracoli, come quello di creare inventare un vaccino in meno di un anno”.

Sinergie preziose inoltre possono esserci anche con l’IRCSS San Camillo, sempre gestito dalla Fondazione Villa Salus, come la possibilità di sviluppare nuove frontiere di ricerca come la cardio-neurologia, un campo pressochè inesplorato, al fine di garantire una più corretta e globale gestione del paziente post ictus e soprattutto per una ricerca più efficace delle sue cause: ancor oggi il 25-30% degli ictus è di origine cardiologica, ma spesso non viene diagnosticata.

“A disposizione abbiamo grandi tecnologie per la prevenzione dell’infarto e per la diagnosi preventiva di cardiopatia ischemica., come un ecocardiografo di ultima generazione in grado di visualizzare facilmente le coronarie principali a cui affiancare per la diagnostica anatomica la tac coronarica. Entrambe queste diagnostiche rappresentano uno strumento straordinario per la diagnosi pre-clinica della cardiopatia ischemica a patto però che vengano affidate a professionisti esperti e certificati in materia dalle società scientifiche, aspetti questi ancora oggi poco praticati. Il vantaggio dell’uso di queste apparecchiature tridimensionali e di tecnologie d’avanguardia è quello di poter evitare in molti casi di eseguire indagini invasive come la coronarografia, che ancora oggi nel 30-35% dei casi viene eseguita inutilmente, garantendo così alle strutture pubbliche un decongestionamento e permette loro di concentrarsi meglio sui pazienti acuti e più complessi”.

Infine grazie al lavoro del dott Rigo Villa Salus sarà inserita all’interno di un importante progetto di ricerca internazionale sulla intelligenza artificiale applicata in cardiologia diagnostica, coordinato dal CNR di Pisa e con il contributo dei più importanti centri cardiologici universitari nazionali, americani ed europei.


DAL SITO WEB DI "GENTE VENETA" DEL 25 GENNAIO (DI SEGUITO IL LINK)

https://www.genteveneta.it/mestre/villa-salus-a-mestre-arriva-il-cardiologo-rigo-faremo-diagnosi-preventiva-delle-cardiopatie-e-ricerca-con-lintelligenza-artificiale/?utm_source=dlvr.it&utm_medium=facebook



PRIMO SOCCORSO A SCUOLA - AMICI DEL CUORE ALLA CESARE BATTISTI

Gli Amici del Cuore ripartono da scuola e primo soccorso, con un ciclo di 4 appuntamenti alla Cesare Battisti, dove Andrea De Grandis e Marco De Vei, operatori del Suem 118 provinciale, hanno incontrato gli alunni della classe IV A (la prima delle quattro previste dal progetto) e l'insegnante Annamaria Farina. «Buon lavoro - dice la presidente Marilena Lazzarini salutando i bambini - a casa spiegherete ai vostri genitori cosa avete imparato». A quel punto si alza una mano decisa a puntualizzare: «I miei genitori sono già medici!». 



CASA DELL'OSPITALITA' SCRIVE AGLI AMICI DEL CUORE - LE PAROLE DELLA PRESIDENTE BONETTI

Mestre,  23 dicembre 2021

Alle amiche e agli amici Associazione Amici del Cuore Onlus

Carissime e carissimi,

desideriamo vivamente ringraziarVi per la generosa donazione di gift cards destinate agli ospiti della Casa dell’Ospitalità. In particolare saranno consegnate agli ospiti coinvolti nell’ambito del “progetto occupabilità”, un percorso pensato per le persone accolte affinché possano impiegare in modo utile e produttivo il proprio tempo, imparando a riconoscere i propri punti di forza e le proprie competenze, aumentando così autostima e fiducia in se stessi. Fino ad oggi sono state proposte attività di meaningful occupation, volontariato, laboratori pratici, life skills training, nonché tirocini presso associazioni. E le gift cards da Voi donate vogliono essere un piccolo riconoscimento agli ospiti coinvolti per l’impegno dedicato a questo progetto. La Vostra iniziativa solidale, in un tempo così complesso come quello che stiamo vivendo, dimostra ancora una volta l’attenzione e la vicinanza alle persone che vivono in situazioni di marginalità e di strada. La Casa dell’Ospitalità, con i suoi molteplici servizi, non è solo un asilo notturno per persone senza fissa dimora: è un luogo di orientamento, di ripartenza per coloro che per motivi vari si ritrovano oggi in una situazione di disagio e di marginalità, perché “Nessuno, mai, deve essere condannato all'inutilità”. La Casa dell’Ospitalità è tante cose e grazie alla vicinanza e alla collaborazione di realtà come la Vostra possiamo continuare ad esserlo. Ancora un grazie per aver scelto di aiutarci, anche in occasione del Natale, con il Vostro gesto generoso e solidale. Ci auguriamo che questa “amicizia” che si arricchisce nel tempo, possa presto offrirci nuove occasioni di incontro e di collaborazione. Cogliamo l’occasione per porgere a tutti voi i nostri più sinceri auguri di Buon Natale e di Serene Feste.

La Presidente Paola Bonetti





LA FESTA DI NATALE CON L'ASSESSORA BESIO




PER LEGGERE L'ARTICOLO E SCOPRIRE LE ALTRE FOTO CLICCARE QUI


Auguri di Natale con l'assessora Laura Besio per gli "Amici del Cuore della Terraferma Veneziana". L'associazione si è ritrovata al Bistrot dell'M9, dove una sessantina di soci, tra cibo e bevande, hanno accolto la titolare delle Politiche educative. «Vi porto i saluti del Comune e del sindaco - dice Besio tenendo per mano la figlia - Vi ringraziamo a nome di tutta la comunità per il vostro lavoro sul territorio, augurandovi tanta salute, tanto futuro e tante collaborazioni insieme a noi». In questo senso, come dimostra la presenza della preside Michela Manente e del promotore Telèsforo Chumacero, l'associazione è impegnata con Suem 118 provincia di Venezia nel progetto educativo sul primo soccorso rivolto alle scuole elementari, che ha visto la prima tappa all'Istituto Cesare Battisti. Sugli auspici futuri si sofferma anche la presidente di Amici del Cuore: «Era importante vedersi nonostante un momento difficile - commenta Marilena Maffei Lazzarini - Speriamo che questa situazione migliori, donandoci un anno più sereno». Presente anche Lorenza Lavini, già consigliera comunale, oggi presidente del Club Venezia-Mestre di "Soroptimist International d'Italia". «Siamo prossimi al vostro impegno - esclama rivolgendosi ai soci "del cuore" - Vi dedico i migliori auguri per un 2022 diverso e colmo di cose buone per tutti». Tra gli altri, i progetti dell'associazione per il nuovo anno saranno l'organizzazione d'incontri web tenuti da medici specialisti per fare chiarezza sul Covid, e riaprire lo Sportello InformaFumo in viale San Marco 82/A, per smettere con la peggior minaccia al sistema cardiovascolare. Chi fosse interessato ai progetti fumo, primo soccorso e incontri web può contattare il numero 3477190866, oppure scrivere all'indirizzo amicidelcuoremestre@gmail.com.











MERCATINI: LA CASETTA DI NATALE DEL CUORE


Gli Amici del Cuore in piazza Ferretto il 3 e 14 dicembre.
Una casetta della solidarietà dove trovare qualche idea regalo per Natale, sostenendo le
attività dell'associazione.
Per le altre foto e i prodotti disponibili cliccare qui


Grazie a Marilena, Dario, Marisa, Pino, Viviana e Stefano!



ECCO I PRODOTTI DEL CUORE DI NATALE:













PRIMO SOCCORSO A SCUOLA - GLI AMICI DEL CUORE ALLA SILVIO PELLICO



Prosegue il progetto educativo nelle scuole volto a sensibilizzare le alunne e gli alunni sui temi della vita e del primo intervento di emergenza. (Per le altre foto e il resoconto della giornata cliccare qui)

 

La seconda tappa ha coinvolto la classe 5^D della scuola primaria Silvio Pellico di via Kolbe a Mestre. Anche in questa occasione le giovani e i giovani hanno accolto con grande entusiasmo l'associazione, la presidente Lazzarini e gli operatori del Suem 118 provincia di Venezia.
Il progetto, che a gennaio riguarderà le classi quarte, potrebbe presto coinvolgere tutte le scuole del territorio.
Chi fosse interessato può contattare il numero 3477190866, oppure scrivere all'indirizzo amicidelcuoremestre@gmail.com.


COVID E CARDIOLOGIA CON IL DOTTOR FAUSTO RIGO

Il dottor Fausto Rigo, cardiologo e "amico del cuore", oggi impegnato all'Irccs Villa Salus, ripercorre l'evoluzione della pandemia che lo ha visto lottare in prima linea per salvare vite nel Covid Hospital di Dolo.

«Durante la prima ondata, su diversi aspetti, si è sbagliato molto, come chiedere di circolare senza mascherina per non spaventare i pazienti. Noi ci approcciavamo al fenomeno in modo empirico, dando per scontate certe cose che scontate non erano. Ma uno dei massimi errori, oltre a non concedere la turnazione degli operatori sanitari tra ospedali Covid e non, è stato trascurare le altre malattie, pretendendo adesso di recuperare in pochi mesi le prestazioni arretrate di due anni. Non solo. Oggi abbiamo da gestire le patologie di sempre, i problemi riconducibili al long Covid e la quarta ondata. E tutto questo con la carenza di personale dovuta ai licenziamenti per esaurimento psicofisico di professionisti che non eseguono più le proprie attività specialistiche, perché è ancora tutto sbilanciato sulla pandemia. Ma andiamo con ordine.

Dopo la prima fase, il problema non sono state di certo le discoteche, bensì pensare che non ci sarebbero state ulteriori ondate, perché eravamo sintonizzati con la Cina, che ne aveva avute una e mezza.

Ecco dunque arrivare la seconda e terza ondata, quando eravamo più preparati, ma non è stato sufficiente. Poi giungono i vaccini e la situazione sembra migliorare. Oggi, invece, ripombiamo nel quarto tunnel. Tuttavia, se riusciremo a somministrare le terze dosi (prima dell'antiinfluenzale, non insieme) e a convincere chi non si vuole vaccinare, riusciremo a venirne fuori.

Il problema vero sono i no vax e loro falsità, come le pericarditi e miopericarditi da Covid e vaccino, che in due anni ho visto una volta su centomila, risolvendo tutto con Ibuprofene e cortisone. Io non conosco davvero una sola controindicazione cardiologica al vaccino, mentre i problemi di mia competenza che provoca il virus sono moltissimi (infarti da stress, scompensi, aritmie, tromboembolie, miopericarditi), e si stima che il 30% di pazienti con patologia acuta da Covid svilupperà patologia cardiaca.

Poi c'è tutto quello che provoca la paura del virus, quando cioè si evita di eseguire controlli in ospedale per la paura del contagio. E a questo si aggiungono gli esami ritardati dal Sistema sanitario, nonché il long Covid, anche di pazienti che non avendo avuto la malattia grave si sono curati a casa, e dunque non sappiamo quali danni il virus abbia provocato. Per il long Covid serve una task force trasversale e un vademecum, perché tutti quei micro aspetti, come mancanza di fiato, tachicardia, aritmie, dolori toracici, squilibri pressori, sincopi, affaticamento, da soli non fanno patologia franca, ma provocano grande disagio al paziente, e non sappiamo quanto durerà e se guariranno.

Ora, è normale avere un po' di paura del vaccino, anche alla mia terza dose ho avuto qualche timore, ma poi ragiono: quando di fronte abbiamo un virus mortale o che provoca conseguenze terribili, come un polmone che respira la metà di prima, l'essere umano non può non usare il buonsenso, scegliendo la via che ti permette di avere meno danni. Invece di sparare dati a caso, si dovrebbe capire che non vaccinandosi si rischia sei volte di più una miopericardite.

Un'altra falsità dei no vax riguarda le cure, che semplicemente al momento non esistono. L'unico farmaco che dimezza la mortalità, e che all'inizio non potevamo somministrare e non capivo il motivo, è proprio il cortisone; mentre in termini di prevenzione abbiamo l'unica certezza: il vaccino, gratuito, diversamente dalla terapia intensiva che costa 2.000 euro al giorno.

I non vaccinati dovrebbero rispettare di più se stessi, gli altri e gli operatori sanitari che senza ricambi da due anni lottano stremati per salvare vite, e che adesso si ritrovano in carenza di personale, a gestire le patologie di sempre, le prestazioni arretrate e la quarta ondata.

Poi si dice anche che ci sono vaccinati tra i ricoverati. Ma sono anziani con diversi problemi, e quindi non vi sono evidenze scientifiche che il ricovero sia legato alla positività riscontrata dal tampone all'ingresso dell'ospedale; come a dire che sono stati ricoverati per proprie patologie e poi si è scoperto che avevano anche il Covid, trasmesso magari da qualche no vax.

Tuttavia la tragedia qualcosa di positivo la lo ha involontariamente anche favorito: connettersi da remoto, intelligenza artificiale, telemedicina, a cui saremmo arrivati forse tra un lustro. 

Adesso dobbiamo davvero imparare la lezione, creando piani pandemico-sanitari calati dall'alto da persone competenti, e lavorare in team con strumenti idonei, promuovendo la prevenzione a tutti i livelli»



PRIMO SOCCORSO A SCUOLA - Grande successo alla Cesare Battisti con gli assessori Venturini e Besio


Un grande successo la partenza del progetto educativo sul primo soccorso rivolto alle scuole elementari. La prima tappa, di scena all'Istituto Cesare Battisti di via Cappuccina, ha coinvolto le classi quinte, che hanno accolto gli Amici del Cuore e gli operatori del Suem 118 provincia di Venezia con tantissimi splendidi disegni. «Grazie per essere qui - dice Marilena Maffei Lazzarini, rivolgendosi alle alunne e agli alunni - É importante capire da subito come si salva una persona: basta una telefonata al 118». Presenti all'evento gli assessori Simone Venturini e Laura Besio: «É la vita quotidiana che entra a scuola - hanno commentato - in un momento in cui l’impegno verso il prossimo risulta decisivo». L'iniziativa ha preso le mosse dalla volontà di un genitore peruviano. «In Italia l’insegnamento di primo soccorso è considerato secondario - sostiene Telèsforo Chumacero, papà di Matteo - mentre in molti altri Paesi le manovre salvavita sono una realtà consolidata. L’arresto cardiocircolatorio - prosegue - colpisce improvvisamente a tutte le età e, insieme al soffocamento, rappresenta una delle principali cause di morte. Questi temi sono utili per i giovani e per le famiglie». Il progetto, che a gennaio riguarderà le classi quarte, potrebbe presto coinvolgere tutte le scuole del territorio. Chi fosse interessato può contattare il numero 3477190866, oppure scrivere all'indirizzo amicidelcuoremestre@gmail.com. «Questo corso - conclude Michela Manente, preside della Cesare Battisti - è l'occasione per i cittadini del futuro di apprendere le competenze civiche».


Ecco le meravigliose opere che le alunne e gli alunni delle
classi quinte hanno donato agli Amici del Cuore!





Parola Chiave...Prevenzione.
.
"Perché continuare a fumare?"
L' Associazione Amici del Cuore Mestre sarà presente dalle 17.00 alle 19.00 del  29 luglio 2020, presso il C.C Auchan Porte di Mestre (VE), Sala Conferenze.
Gli incontri saranno individuali e gratuiti, presente il dott. Pier Guido Nardi.
Prenotazioni al 3452154351
Munirsi di mascherina.





Parola chiave..Prevenzione.
Hai tra i 45 ed i 65 anni di età?

L' Associazione Amici del Cuore della Terraferma Veneziana vi aspetta, presso le Gallerie Centro Commerciale Auchan, mercoledì 22 luglio 2020 per partecipare gratuitamente alla campagna di prevenzione delle malattie cardiovascolari.

Si accede previa prenotazione al numero di telefono 345 2154351.








01 Maggio 2020


Coronavirus
Speranze dall’Ospedale di Dolo – Venezia

Dal Gazzettino di Venezia – Mestre del 30/4/2020 – articolo di Maurizio Dianese
Coronavirus, da Dolo una speranza di cura "promossa" anche dalla virologa Dott.ssa Ilaria Capua. 
DOLO «Stiamo facendo dei grandissimi passi avanti. È proprio di qualche giorno fa il ritrovamento del virus nel cuore da parte del gruppo della professoressa Aloisio di Pavia e poi abbiamo anche un altro studio, molto interessante, fatto dal gruppo del dott. Rigo, in Veneto, sull'uso di eparina per combattere dal punto di vista clinico questa infezione»...... 
Uno studio “inviato anche all'Imperial College di Londra, con il quale è in corso una collaborazione scientifica, mentre attende la pubblicazione su Lancet, la più prestigiosa rivista scientifica a livello mondiale”...

Un grandissimo grazie al Dott. Fausto Rigo, (Direttore U.O. di Cardiologia, di Dolo, ospedale specializzato nel trattamento dei pazienti da Covid-19), già Presidente onorario della nostra Associazione Amici del Cuore della Terraferma Veneziana e a tutti i medici dell’equipe di studio e allo staff infermieristico.

La notizia integrale su: https://www.ilgazzettino.it     










Prossimi eventi:

Dicembre 2019

Durante le festività,🎅🌲 in via Poerio a Mestre, ci sarà la CASETTA DI NATALE DELLE ASSOCIAZIONI DI VOLONTARIATO.
Noi dell' "Associazione Amici del Cuore Mestre" ci saremo Martedì 10 e Giovedì 12 dicembre dalle 10.00 alle 20.00 con le nostre noci e i nostri calendari.
Attraverso un DONO SOLIDALE potrai sostenere le nostre attività volte alla prevenzione delle malattie cardiovascolari.



= = = = =




Oggi, 29 settembre 2019, è stata una giornata importante per l'Associazione Amici del Cuore Terraferma Veneziana.
Presso l'Auchan di Mestre si è effettuato lo screening cardiologico, gratuito, per la popolazione in occasione della "Giornata Mondiale del Cuore"
Le moltissime persone che si sono presentate, hanno testimoniato, con la loro presenza, l'importanza della parola "Prevenzione".
Tra i moltissimi che sono venuti a trovarci, in primis, il Sindaco di Venezia, Luigi Brugnaro che ha fatto i complimenti alla nostra Presidente e, per suo tramite ,a tutta l'Associazione per l'impegno profuso durante le nostre "Giornate" e per tutte le attività ad esse connesse.
Un grazie di cuore ai medici della Cardiologia di Mestre, del Policlinico San Marco, agli infermieri della CIVES, agli studenti del liceo Bruno-Franchetti di Mestre e a tutti coloro che hanno collaborato per la positiva riuscita di questo evento.





=.=.=.=.=.=.=

Il 29 maggio 2019, si è svolta, presso il Liceo Giordano Bruno di Mestre, la premiazione degli alunni dei Licei Bruno - Franchetti che hanno collaborato, con l'Associazione Amici del Cuore Terraferma Veneziana Onlus , durante l'anno scolastico 2018 -2019.
Gli alunni sono stati presenti nei reparti di Cardiologia e Cardiochirurgia dell' Ospedale dell' Angelo di Mestre - Ve, portando il loro sostegno e un sorriso...





Per una solidarietà senza confini…
Quando il cuore incontra l’amore per la montagna e la sua gente
I volontari dell’associazione Amici del Cuore della Terraferma Veneziana dedicano una giornata di prevenzione delle malattie cardiovascolari con controlli gratuiti alla popolazione di Selva di Cadore (BL).

Sabato 11 maggio 2019 dalle ore 09:00 alle 15:00 – MUSEO CAZZETTA di Selva di Cadore.
Pronti a partire.. 🛫.
Per Giovanni Longo e Simone Dall'Acqua oggi, 4 Maggio 2019, inizia "La Grande Avventura.
In aereo fino in Perù, il resto in bici.
2.500 km in 35 giorni con partenza da Cuzco e arrivo a Santa Cruz della Sierra, in Bolivia. Saranno testimonial di un modo di vivere sano che previene la malattie cardiovascolari.
Come Associazione Amici del Cuore di Mestre, vi giungano i nostri auguri e, sia pur virtualmente, saremo con voi.




Giornata della prevenzione cardiovascolare 💖
FKT e Associazione Amici del Cuore Mestre vi aspettano
Giovedì 11 aprile dalle 9.00 alle 12.30 presso la sede di FKT in via Francesco Hayez 4/G a Mestre (Venezia)...Verranno offerti check-up gratuiti per
 👍 analisi della glicemia, colesterolo e trigliceridi 
👍 elettrocardiogramma
👍 controllo della pressione 
👍 calcolo del BMI (peso ideale)
👍 carta del rischio 



Le Noci aiutano il cuore...
Work in progress!!!
I nostri volontari all’opera mentre confezionano sacchettini di noci, presso la sede dell’Associazione Amici del Cuore di Mestre.


Tra pochi giorni incomincerà la campagna di distribuzione delle noci – fonti di omega3 che fanno bene al cuore. Sostenuti in questa nostra iniziativa da Auchan Mestre. 
Seguiteci anche su Facebook.....Vi diremo dove trovarci!!!


Prossimi eventi

by S.B.

In collaborazione con ames - Farmacie Comunali
Data evento: 28.11.2018
Farmacia N.7 GARIBALDIViale Garibaldi, 43/45 – Mestre,  tel. 041.5350422
Fissa il TUO appuntamento in farmacia nei giorni precedenti

Data evento: 05.12.2018
Farmacia n.8 ALLA STAZIONE,  Via Piave, 182 – Mestre, 041.929439
Fissa il TUO appuntamento in farmacia nei giorni precedenti


Vaccini..
Il TGR Veneto del 10 novembre
parla della conferenza organizzata dalla nostra Associazione.
"A Mestre gli specialisti intervistati spiegano perché è utile vaccinarsi".
Il video del TGR Veneto dal titolo: "L'importanza dei vaccini influenzali per i cardiopatici. Durante i picchi di influenza aumentano i ricoveri dei pazienti cardiopatici. A Mestre incontri di sensibilizzazione per spiegare l'utilità di vaccinarsi"
di Arianna Garavaglia, montaggio di Marco Pacifico.


Vaccini... 
Paura? Apprensione?
Impariamo a conoscerli e a capirne l’importanza.
Conferenza organizzata dall’Associazione Amici del Cuore di Mestre
9 novembre 2018 ore 17.00 presso il Laurentianum di Mestre VE – Piazza Ferretto

^^^^^^^^^
Domenica 21 ottobre 2018 è ripartita al Palasport Taliercio di Mestre la collaborazione tra l’Umana ReyerVenezia e l’Associazione “Amici del Cuore della Terraferma Veneziana per la prevenzione cardiovascolare. 
Una collaborazione che, in occasione dei match interni della prima squadra maschile, prima dell’inizio della partita, darà ai sostenitori orogranata la possibilità di sottoporsi gratuitamente ad un elettrocardiogramma di controllo, coadiuvati  dal Dott. Del Piccolo del Policlinico San Marco di Mestre e da un infermiere. 
By S.B.

^^^^^^^^^
Un importante appuntamento, quello del 29 settembre 2018, presso la Galleria dell'Auchan di Mestre, che ha ospitato l'Associazione "Amici del cuore - Terraferma Veneziana Onlus" nella Giornata Mondiale dedicata alla prevenzione delle malattie cardiovascolari.
Un grazie alle Associazioni intervenute, ai medici, agli infermieri, all'Amministrazione Comunale per la presenza di alcuni assessori e consiglieri, ai volontari.
Un particolare ringraziamento va al Liceo Bruno-Franchetti per la presenza di studenti che hanno supportato l'Associazione durante tutta la giornata.
by S.B.




Prossimo evento
Giornata mondiale del cuore a Mestre
Sabato 29 settembre 2018
by S.B.

08.06.2018
Premiazione dei ragazzi dei licei Giordano Bruno e Raimondo Franchetti di Mestre-Ve che, durante l’a.s. 2017/2018, hanno collaborato attivamente con i volontari dell’Associazione Amici del Cuore della Terraferma Veneziana Onlus, nello svolgere servizio di sostegno e conforto ai pazienti ricoverati presso i Reparti di Cardiologia e Cardiochirurgia dell’Ospedale dell’Angelo di Mestre-Venezia.




1 giugno 2018 - Cena di fine corso di ginnastica anno 2017/2018
Si è conclusa il 31 maggio 2018 l’attività di ginnastica della palestra degli Amici del Cuore della Terraferma Veneziana Onlus. Per festeggiare la conclusione del corso di ginnastica si è tenuta  una  cena con i corsisti in Pizzeria.
Con l’occasione vi ricordiamo che il nuovo corso di ginnastica 2018/2019 partirà i primi giorni del mese di ottobre 2018.


Il nostro prossimo appuntamento
Sabato 9 giugno 2018



Si è svolta domenica 27 maggio ’18 la consueta gita dell’associazione “Amici Del Cuore Della Terraferma Veneziana.
Una fantastica gita nella splendida laguna sud di Venezia, in una stupenda giornata di sole, organizzata con la società “el bragosso va”. Partenza da Quarto d’Altino (VE) a bordo del Bragosso, tipica imbarcazione veneziana a fondo piatto.
Una giornata di svago e relax per tutti i soci partecipanti e loro familiari che hanno apprezzato tutta l’organizzazione.
Un ringraziamento al comandante del bragosso e alle guide che si sono succedute, per le ottime spiegazioni di tutti i luoghi visitati.






















Commenti